Quanto sono importanti i Baffi nel Gatto?

BAFFI, curiosità, gatto -

Quanto sono importanti i Baffi nel Gatto?

Il gatto possiede, in entrambi i lati del naso, su quattro file, una quindicina di peli. Questi lunghi peli dritti, chiamati «vibrisse», hanno radici profonde nella pelle e alla loro base sono presenti una fitta rete di terminazioni nervose. Grazie a dei piccoli muscoli situati alla loro base, il gatto è in grado di orientarsi a suo piacimento, avanti o indietro. Estremamente sensibili, le vibrisse gli segnalano il minimo movimento o spostamento d’aria. Inoltre, permettono al gatto di localizzare oggetti, di individuare oggetti al buio, di infilarsi in passaggi molto stretti e di cacciare con estrema abilità. Al contatto con la preda, ancora ancora prima che il gatto la catturi, le vibrisse gli forniscono informazioni precise su dove deve colpirla. Indicano inoltre l’umore del gatto: Rivolte in avanti a ventaglio: «Sono in azione». Stese di lato: «Sono rilassato». Appiattite contro le guance: «Ho paura». La dimensione dei baffi variano: sono lunghi nel gatto europeo, corti e leggermente arricciati nel rex cornish e assenti nello sfinge. Altre vibrisse, più discrete, si trovano al di sopra degli occhi, le guance e il mento, anche all’estremità delle zampe anteriori. State tranquilli: se tagliate accidentalmente i baffi vostro gatto, ne cresceranno degli altri. Tuttavia, durante la ricrescita, il gatto avrà difficoltà a muoversi di notte. Quindi fate molta attenzione alle sue vibrisse!

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati